Pubblicato: 08/03/2017 Da: ZEPLED

Bascherdeis - un festival geniale

Lo sappiamo, volete sapere quali altri progetti geniali ospiteremo su GINGER.

Dato che siamo magnanime non solo vi parliamo di uno di loro ... ve lo facciamo vedere!

Per produrre questa GINGER-intervista ci siamo arrampicate fino a Vernasca (PC), sfidando neve e ghiaccio ma guadagnando una visuale a dir poco splendida. Ora vi starete chiedendo: "perché inerpicarsi fin lassù?" Perché uno dei primi progetti che verrà gingerizzato sarà il celeberrimo Bascherdeis - festival internazionale di artisti di strada.

Il Bascherdeis meriterebbe di essere studiato, tanto è peculiare la sua storia.

Nel 2005, alcuni di amici che trascorrevano le poche vacanze a disposizione seguendo festival busker in giro per l'Italia, decisero di organizzarne uno a Vernasca, loro luogo natìo. Questo piccolo borgo è un bel paesino di 800 anime adagiato sulle colline piacentine; apparentemente niente lo distingue dagli altri. Ebbene, da quel fatidico 2005 ogni anno l'associazione nata da quei famosi amici organizza proprio a Vernasca uno dei festival più seguiti e attesi del periodo estivo, un evento in grado di radunare più di 25mila persone, oltre 40 artisti da tutto il mondo e un impressionante numero di volontari pronti a tutto.

Il segreto del Bascherdeis è presto svelato: proporre un festival legato al territorio, di respiro internazionale ma in cui il rapporto tra artista e pubblico è ancora fortissimo. E ognuno vede nel Bascherdeis il proprio momento di felicità estiva. Tra gli artisti che hanno militato ricordiamo i Gattamolesta (IT), Chris Lynam (UK), Kiana (USA), Eusebio Martinelli (IT), Circopitanga (Israele), Ojarus (Giappone), Clan Mamacè (IT), Hang In Balance (UK) ...

E questo concentrato di frizzante gioia collettiva - che molto spesso dalla nottata si prolunga fino al mattino successivo regalando performance da inserire negli annali - sopravvive solo grazie al massiccio apporto dei volontari (circa 300) della associazioni locali. Il Bascherdeis è anche su Facebook e tutto l'anno anima una attiva comunità dando notizie di eventi e festival busker che hanno luogo in tutto il mondo.

Il Bascherdeis è geniale perché, per 48 ore, tramuta un piccolo borgo in un immaginifico teatro a cielo aperto e lo fa grazie al potere della folla! Ricapitoliamo: territorialità, potere della folla, esperienze condivise, genialità ... come non gingerizzarlo?

Tutte le risorse che il Bascherdeis trova sono investite nel festival ma, anche a fronte del crescente successo, perché non offrire qualcosa di più a tutti coloro che seguono l'evento? E qui entriamo in gioco noi di GINGER. Non vi sveliamo ancora niente se non che il progetto condiviso è quello di dare la possibilità a tutti di portarsi a casa una parte del Bascherdeis.

Ma ci plachiamo, abbiamo detto anche troppo. Godetevi questa intervista condita con alcune immagini dell'edizione 2012 e diteci cosa ne pensate. Grazie agli indispensabili Sergio Copelli, Germano Passera e Andrea Nicoli (Associazione Appennino Cultura) e a Gian Luigi Molinari (Sindaco di Vernasca) per aver affrontato la telecamera di domenica mattina.

P.S. Per godervi altri video del Bascherdeis c'è il canale ufficiale ufficialissimo su YouTube (oltre a un bel po' di video caricati da artisti, avventori, fan sfegatati etc ...).


Il gingerizzatore è partito: avete un progetto, un'idea, una soluzione geniale da portare alla luce? C'è GINGER, le idee geniali non dormono mai.

Gingerizzatevi (pulsantone qui in alto a destra) e scriveteci a idea.ginger@gmail.com.

Tutti i giorni su Facebook scriviamo di idee geniali e cinguettiamo anche su Twitter ... diventare seguaci di GINGER svolta la giornata.


Eventi