Pubblicato: 24/11/2014 Da: Luca Borneo

FAQ about crowdfunding n°3 - il cursore

Da un punto di vista prettamente tecnico, qualsiasi tipologia di piattaforma di crowdfunding, per essere tale, deve integrare alcuni elementi essenziali. Tra questi rientra il cursore, ovvero quella sezione del portale che indica l’ammontare delle risorse raccolte, il numero dei donatori e la percentuale di completamento della campagna. Per intenderci, quello che vedete qui sotto è il cursore di Un passo per San Luca, progetto made in GINGER.

Perché per il buon esito di una campagna di crowdfunding è così importante poter contare su un buon cursore? Molto semplicemente perché al suo interno sono contenuti alcuni degli elementi chiave che distinguono  il crowdfunding da una classica raccolta fondi.

Anzitutto il cursore è l’elemento che, per primo, trasmette il senso di trasparenza e immediatezza propri di un progetto di crowdfunding. Basta uno sguardo per capire quanti soldi siano stati raccolti, da quante persone e quanto manchi al traguardo finale.

Il cursore è però fondamentale anche per tentare di trasformare i visitatori del sito in veri e propri donatori. Attraverso il cursore chiunque può vedere quanto sia numerosa la community che sostiene un progetto, maturando magari il desiderio di farne parte.

Nella “lotta” al coinvolgimento dei potenziali donatori, il cursore può svolgere inoltre un’altra fondamentale funzione. L’aggiornamento in tempo reale del cursore in base alle donazioni effettuate è un elemento che genera una sensazione di soddisfazione in capo ai sostenitori del progetto. L’aggiornamento immediato del cursore mostra infatti gli effetti concreti prodotti da ogni singola donazione, capace di avvicinare il progetto al proprio traguardo.

Ultimo aspetto, ma non per questo meno importante, il cursore rende pragmatica la campagna di crowdfunding, mostrando chiaramente quante risorse siano necessarie per realizzare il progetto proposto.

Quando si progetta una campagna di crowdfunding, poter contare su un buon cursore è quindi tutt'altro che un dettaglio. Per saperne di più su questo e tutti gli altri elementi chiave del crowdfunding, vi aspettiamo al prossimo workshop GINGER, che si terrà a Bologna, in via Castiglione n. 81 presso IUSGATE, lunedì 01 dicembre alle 18:00. Il workshop è riservato a un numero limitato di partecipanti, per maggiori informazioni e iscrizioni scriveteci a ginger@ideaginger.it


Approfondimenti