Pubblicato: 27/03/2021 Da: Luca Borneo

Green Donors: prendersi cura del pianeta concretamente? Con il crowdfunding!

Era lo scorso dicembre quando Fondazione Compagnia di San Paolo ci ha proposto di lavorare insieme per aiutare le realtà del terzo settore di Piemonte e Liguria a utilizzare il crowdfunding per realizzare progetti ad alto impatto ambientale. La prospettiva ci ha subito entusiasmato!

Investire nella cultura del crowdfunding

Uno degli aspetti che più ci ha colpito del Bando Green Donors è che si poneva come primo obiettivo quello di puntare sul crowdfunding come occasione per formare le realtà selezionate, fornendo loro competenze, capacità e nuovi metodi di lavoro. Ma cosa significa formare al crowdfunding?

Per un ente del terzo settore pianificare e promuovere una campagna di raccolta fondi online significa avere l’opportunità di accedere a nuove risorse finanziarie, ma anche molto di più. Una campagna di crowdfunding è una formidabile palestra per associazioni ed enti non profit per imparare a lavorare per obiettivi, di budget e di tempo, a definire progettualità concrete e a organizzare il lavoro di collaboratori e volontari.

Una campagna di crowdfunding inoltre “obbliga” il progettista ad aprirsi e a confrontarsi con la comunità, a utilizzare gli strumenti di comunicazione digitale per raccontare in modo chiaro, rapido, coinvolgente ed efficace la propria progettualità. Un’efficacia che è inesorabilmente misurata, giorno dopo giorno, dal contatore dei fondi raccolti e dei sostenitori coinvolti.

Gli obiettivi di Fondazione Compagnia di San Paolo non potevano quindi essere più in linea con quanto constatiamo quotidianamente da oltre 8 anni. Formare al crowdfunding una realtà non profit, oltre a essere una forte garanzia per il successo di una raccolta fondi, è una straordinaria opportunità per investire in un terzo settore più solido e capace di affrontare le sfide del momento.

Investire nel crowdfunding per l’ambiente

Ma c’è stato anche un altro aspetto dell’iniziativa di Fondazione Compagnia di San Paolo che ci ha entusiasmato, ovvero che sia dedicata a progetti capaci di produrre un impatto positivo per l’ambiente e il territorio. Siamo convinti infatti che il crowdfunding racchiuda sfide sovrapponibili a quelle che devono caratterizzare tante iniziative green.

Comunicare una campagna di crowdfunding non significa solo chiedere una donazione, ma è anche un’occasione per promuovere con entusiasmo azioni a tutela dell’ambiente, coinvolgere il territorio e sensibilizzare su problematiche ormai inderogabili. Ma, una campagna di crowdfunding è efficace solo quando questi valori si concretizzano in progetti concreti, capaci di produrre ricadute tangibili sulla comunità.

E dunque, al lavoro!

Insieme a Fondazione Compagnia di San Paolo abbiamo già individuato gli 11 progetti vincitori del bando Green Donors.

Proprio in questi giorni ci stiamo conoscendo in aula in occasione di un corso di formazione al crowdfunding di sei ore curato da Ginger e offerto a tutte le realtà selezionate. E sempre in questi giorni i nostri campaign manager stanno avviando anche i percorsi di accompagnamento individuale durante i quali aiuteranno i progettisti passo dopo passo a pianificare, realizzare, promuovere e rendicontare le loro campagne. E poi?

Tra poche settimane le prime campagne di raccolta fondi saranno già pubblicate su Ideaginger.it, all’interno della nuova area partner che abbiamo sviluppato per l’iniziativa. Tenetevi pronti insomma, ne vedremo delle belle!

Approfondimenti Partner